gina
-1
archive,tag,tag-gina,tag-72,bridge-core-2.4.7,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-23.5,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive
  • All
  • (Per)Corsi su Misura
  • Appuntamenti
  • CALENDARIO dell'OVERTOUR
  • cicchetti
  • CORRISPONDENZE LETTERARIE
  • corsi d scrittura
  • Dopolavoro Letterario
  • Dove chi entra urla
  • Galateo degli scrittori
  • guestbook
  • Inspiring women
  • Intorno al mondo editoriale
  • La cucina del racconto
  • Lab Sentimentale
  • Le notti bianche
  • Miei racconti
  • NEWSLETTER
  • Notizie e Appuntamenti
  • overlove
  • PER UNA LIRA
  • RASSEGNA STAMPA
  • Recensioni
  • RKO RADIO
  • Scrivono di me
  • Una storia tutta per sé
  • Uncategorized
  • vitainedita

— Cosa c’è di nuovo nel cantiere di Gessica
È sempre alla voce che si torna, quando si parla di letteratura. È sempre una voce unica quella che cerca chi legge, chi seleziona, chi scrive storie. Sono voci uniche quelle che hanno provato a trovare nel mare (secondo qualcuno troppo affollato) del sottobosco letterario italiano i redattori di Effe. Voci femminili, in particolare, alle quali, per la terza raccolta del periodico, assegnare il compito (non facile) di rispondere ad alcune domande: cosa significa, oggi, in Italia, – se significa qualcosa – letteratura “al femminile”?

Alessandra Minervini, scrittrice, editor e consulente editoriale, è l’autrice di Cosa c’è di nuovo, Gina?, uno dei racconti contenuti nel terzo numero di Effe – Periodico di altre narratività, numero dedicato alla scoperta delle nuove narrazioni femminili (di cui potete leggere la recensione qui:http://www.ithinkmagazine.it/recensione-effe-3-letteratura-femminile/). Le abbiamo fatto alcune domande su questo racconto e sul mondo dell’editoria in generale.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi