La vita inedita di una scrittrice #30
3719
post-template-default,single,single-post,postid-3719,single-format-standard,bridge-core-2.4.7,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-23.5,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

La vita inedita di una scrittrice #30

Interno, giorno, Scuola Media.

Allora ragazzi oggi è l’ultimo giorno. Facciamo una prova e vi lascio liberi. Fate quello che desiderate.

Un’ora e mezza dopo.

Le ragazze hanno: letto, scritto, si sono fatte le trecce a vicenda, mi hanno raccontato la loro vita tre volte a testa, hanno postato diecimila foto mandando messaggi a tutta la rubrica e a momenti hanno scoperto chi ha ucciso Laura Palmer, dopo aver programmato le prossime vacanze estive per i prossimi dieci anni.

I ragazzi, intorno a me, attaccati a capanello, non si sono mossi, chiedendomi a turno:

E che facciamo?

Quello che volete, dico io.

E che vogliamo?

Quello che vi va.

E cosa ci va?

Non so provate a pensare.

E ce ne andiamo? e dove andiamo? E che facciamo? E che vogliamo? E ce ne possiamo andare? E dove andiamo?

(…..)

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi