La vita inedita di una scrittrice #19
3001
post-template-default,single,single-post,postid-3001,single-format-standard,bridge-core-2.4.7,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-23.5,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

La vita inedita di una scrittrice #19

Anatomia di un laboratorio. Mercoledì a Campobasso terrò il primo laboratorio di scrittura “Amore e guerra”.  Con la guerra costruiamo i personaggi, il punto di vista, considerando che, spesso potrebbe trattarsi, di una storia vera. Come quella che racconta Parker in Anatomia di un soldato. Il narratore sceglie gli oggetti. Stivali, armi, tubi, fucili. E con gli oggetti, in prima persona, racconta il dolore, la morte e la sua guerra. A pag. 70 c’è una storia raccontata dal punto di vista della mina che lo ha colpito alla gamba, che lo ha trafitto, che gli ha cambiato la vita e anche il senso della morte. Una mina che trafigge un corpo volontariamente inerme, amore e guerra.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi