La vita inedita di una scrittrice #13
2803
post-template-default,single,single-post,postid-2803,single-format-standard,bridge-core-2.4.7,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-23.5,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

La vita inedita di una scrittrice #13

Ho usato per mesi twitter come fosse myspace che, ai tempi, comunque, utilizzavo come un pre-tinder. Il mio spazio facebook ormai è diventato il cestino di Natale. Poi c’è whatsapp: per me è una sorta di megafono dove proclamo, con l’opzione vocale, la mia frammentata indipendenza (inciampando per strada). Ogni tanto prendo un caffè con esseri umani. Tutto il tempo parliamo dei social.  Se non è fluidità questa.

(Foto presa da qui).

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi