Leggere con #guestbook, scrivere con #dopolavoroletterario

Il lavoro da freelance ha una caratteristica in comune con la maggior parte dei lavori da freelance e questa caratteristica è la solitudine. Ho molti colleghi ma per confrontarmi con loro devo scendere al bar, scrivere una mail o collegarmi su skipe. Devo uscire di casa e prendere un caffè o fare una pausa pranzo con i pochi esemplari che svolgono un lavoro simile al mio (a Bari) oppure fare chilometri raggiungendo Torino (soprattutto) e Roma.

Tutto questo non è sempre possibile. Non è il massimo della comodità eppure questa solitudine, propedeutica in fin dei conti al tipo di lavoro che svolgo, mi pesa. Forse perché mi sono formata in ambienti dove il confronto, il dialogo e anche lo scontro (perché no) erano momenti contestuali molto presenti.

Quindi, ho pensato, ora che faccio? Mi invento un modo per sentirmi meno sola. Perché poi so di non esserlo, lo comprendo in quei pochi secondi che il kindle ci impiega per accendersi o che io impiego per scegliere un nuovo libro dalla libreria nera in corridoio.

Però, vuoi mettere le persone? Insomma sì. Il dialogo. Allora da questo sfarfugliante pensare sono nate due rubriche, che avevo anticipato nella newsletter,  che mi terranno compagnia, almeno nel blog.

Guestbook

Questo spazio è dedicato a tutti gli amanti dei libri. Quelle persone che si illuminano al solo pensiero di tornare a casa per leggere il nuovo acquisto. Quelle persone per cui le storie che leggono rappresentano uno svago, una risposta, una possibilità per ri-leggere il mondo, la propria vita, le relazioni e anche se stessi. Per me la lettura è stata ed è questo. “Guestbook” è la mia stanza degli ospiti dove non manca mai un buon libro. Gli ospiti, volontari o invitati da me, consigliano un libro che hanno amato. In passato, o il giorno prima. Non c’è alcuno scopo se non quello di diffondere l’amore imperituro per la lettura. Tutti i testi inviati non devono superare una cartella, 1800 battute spazi inclusi. Altra piccola regola, #guestbook è aperto a tutti ma se siete booklovers impiegati o coinvolti in professioni editioriali sarebbe meglio non consigliare un libro di un amico o edito dalle aziende per cui lavorate. In questo modo daremo vita a una sorta di book crossing virtuale. Per cui se siete amanti dei libri mandatemi il vostro #guestobook e lo pubblicherò sul mio blog ma soprattutto sarò felice di leggere, se non l’ho ancora fatto, il libro consigliato.

Dopolavoro Letterario

Questo spazio è riservato a tutte le persone che stanno seguendo, seguiranno o hanno seguito uno dei miei corsi di scrittura. Una volta al mese, magari anche due ma per ora una, pubblicherò sul mio blog un pezzo di un loro romanzo, un racconto, insomma una storia purché inedita cioè non pubblicata. Perché inedita? Perchè mi piace l’idea che il mio blog funzioni da amuleto e possa portare loro la fortuna e l’energia necessarie per trovare una collocazione editoriale. Aspetto di leggere.

. . . . . . . .

alessandra

Empty comment list

Leave a Comment

Iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere aggiornamenti, inviti ad eventi e notizie sui corsi di scrittura.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi